Home / Va di Moda / Rosso: parola d’ordine intramontabile per Natale e Capodanno

Rosso: parola d’ordine intramontabile per Natale e Capodanno

capodannoFateci caso: appena si avvicina il periodo di Natale, la percentuale dei colori che circondano gli ambienti che frequentiamo tende vorticosamente veso la tonalità del rosso. Sarà che i tanti “Babbo Natale” che popolano le vetrine dei negozi e i centri commerciali vestono del classico completo rosso; sarà per le tradizionali palline che adornano l’albero, per l’immancabile fiocco che decora tanto i finti pacchi regalo utilizzati per addobbare la città quanto quelli veri dei regali che ci scambiamo. Persino le piante che hanno qualcosa di “rosso” sono ormai considerate simboli del Natale: ed ecco che a dicembre le vendite di agrifoli e stelle di Natale subiscono un’impennata.

Questo colore così deciso e che non dona proprio a chiunque, però, ricorre puntualmente anche nei negozi di abbigliamento, lingerie, cosmetici e accessori. A capodanno, infatti, si considera da lungo tempo un porta fortuna da indossare: non solo maglioncini e pigiami con le renne, quindi, ma anche biancheria, vestitini, smalti per le unghie. Pure quest’anno, tanto i marchi di moda commerciale quanto le firme d’alta moda, stupiscono con le loro proposte originali per la fine dell’anno: Liu Joe, Moschino, Alberta Ferretti, Marc Jacobs, H&M; nelle grandi città, le vetrine già sfoggiano un vasto assortimento.

Ma da dove viene questa tradizione cromatica? A quanto pare, in buona parte la responsabilità va attribuita alle usanze cinesi. Il rosso nel simbolismo dell’estremo oriente è il colore dell’augurio, della buona sorte: utilizzato per secoli anche in occasione dei matrimoni, solo nell’era della globalizzazione sta subendo la “concorrenza” del bianco per quanto riguarda gli abiti da sposa. Secondo la leggenda, poiché fin dall’antichità gli uomini utilizzavano il rosso per scacciare e spaventare il Niàn, una bestia feroce che nel periodo di capodanno usciva dalle profondità marine per nutrirsi di carne umana, questo colore avrebbe mantenuto il potere di allontanare gli spiriti malvagi.

Qualche “colpa”, poi, ce l’avrebbero ache i romani. Nel 31 a.C., al tempo di Ottaviano Augusto, le donne e gli uomini che indossavano qualcosa di rosso in occasione del Capodanno Romano erano  rappresentanti della classe al potere.

L’usanza si è radicata negli anni, soprattutto in America, dove è impensabile non indossare mutandine rosse la notte di Capodanno.

Una chicca che forse non tutti sanno:  le mutande rosse da indossare la notte di Capodanno dovrebbero essere un regalo e andrebbero gettate via il giorno dopo. Una scusa in più per sbizzarrirsi ogni anno ad acquistarne un paio nuovo!

di Candy Valentino

 

© Riproduzione riservata

Guarda anche

Al MoMa di New York, esposti 111 capi “iconici” per indagare se la moda sia moderna

Il 1° Ottobre è stata inaugurata al MoMA di New York la mostra intitolata “Items: …