Home / Flash News / Lorde e la sua lanterna verde

Lorde e la sua lanterna verde

 

Lorde, la “pura eroina” per antonomasia, nel 2013 ha sbancato con il singolo Royal caratterizzato da un electropop che strizza l’occhio alla pop art; il brano ha assunto un valore anti-materialismo disapprovando liricamente lo stile di vita lussuoso di certi artisti contemporanei.

E così la ragazza di Auckland, con l’album di debutto Pure heroine, ha indossato l’abito della cantautrice anticonformista che fa della sua musica lo strumento di un messaggio più elevato rispetto a brani mainstream, manifesti di una società di plastica.

Pochi giorni fa Green Light, il nuovo singolo, ha rotto un silenzio durato tre anni irrompendo nelle radio con un trittico di elettropop, power pop e dance pop, dove la voce della cantante viene accompagnata dal suono lieve di un pianoforte conformandosi a una munificenza ritmica crescente.

La traccia, che anticipa il nuovo progetto Melodrama in uscita il 16 giugno per LAVA/Republic, è stata scritta nell’arco di diciotto mesi dalla stessa Lorde, in collaborazione di Jack Antonoff e Joel Little.

Nel mio immaginario la cantautrice ha afferrato una lanterna verde che potesse rischiarare la notte melancolica di un amore finito, ma che è anche oggetto di rivelazione del domani all’insegna della ricostruzione della propria vita.

Il testo si ispira alla rottura sentimentale di Lorde, definendola così:

La canzone tratta di quei momenti dopo che la vita cambia e su tutte le questioni che gravitano intorno a tale evento. Dico, che “lei pensa di amare le spiaggia, sei un bugiardo.” Che cazzo, lei pensa che ti piaccia la spiaggia?! Non ti piace la spiaggia! Si tratta di quelle piccole cose stupide. Suona così felice e poi i testi sono così intensi, ovviamente. E mi sono resa conto di chiedermi come mai questa cosa fosse venuta fuori dal suono in modo così gioioso. E ho capito che questo rappresenta quella ragazza ubriaca al ballo mentre piange per il suo ex-fidanzato, cosa che tutti associano ad un casino. Questa è lei stasera e domani si inizia a ricostruire. E questo significa la canzone per me”.

Qualche giorno fa, in occasione del Saturday Night Live, è stato presentato un ulteriore brano inedito dal titolo Liability la cui fonte d’ispirazione è la graffiante e ruvida Higher di Rihanna, canzone considerata da Lorde il proprio talismano.

di Libero Bentivoglio

 © Riproduzione riservata

Guarda anche

Con Jazz in Bag la moda fa da “musa” al jazz

Del legame che spesso si crea tra il mondo della moda e quello della musica …