Home / Va di Moda / La Spagna degli anni ’30 nelle creazioni sartoriali di Resco

La Spagna degli anni ’30 nelle creazioni sartoriali di Resco

 

L’evento “Diaspora MMXVII” realizzato da Victor Resco lo scorso 20 Giugno 2017 presso la Real Academia de España en Roma, non si può certo definire una sfilata di moda tradizionale. Nella suggestiva cornice del Tempietto del Bramante, l’artista spagnolo – che tra i 24 ricercatori residenti presso l’Academia nell’anno 2016/2017 è l’unico st

ilista – ha presentato le sue creazioni in una rappresentazione che espone il progetto di ricerca elaborato durante la permanenza nella Capitale.

 

Il pubblico è stato invitato ad assistere girando attorno al tempio, per osservare i modelli esposti tra le colonne ma soprattutto per godere delle interpretazioni coreografiche (a cura di Michele Mastroianni) di alcune performers/modelle e di un’attrice, che si svolgevano intorno al monumento dando luogo ad un vortice narrativo travolgente.

Resco si è ispirato alle tematiche di guerra, nutrendosi del manifesto surrealista e del lavoro di artisti come Giorgio de Chirico. Le indossatrici infatti avevano tutte il volto incappucciato da un velo e ricordavano i manichini protagonisti di tanti dipinti di de Chirico; riconoscibili anche molti riferimenti alla moda degli anni ’30  – periodo storico evocato dalla rappresentazione – accostati agli elementi di modernità apprezzabili in tanti abiti, come le originali tasche e pochette applicate in abbondanza sulle tute pinocchietto e l’utilizzo di materiali come la plastica per le decorazioni.

 

© Riproduzione riservata

Guarda anche

Al MoMa di New York, esposti 111 capi “iconici” per indagare se la moda sia moderna

Il 1° Ottobre è stata inaugurata al MoMA di New York la mostra intitolata “Items: …