Home / Flash News / La moda a tutela dell’ambiente: Armani e il NO alle pellicce

La moda a tutela dell’ambiente: Armani e il NO alle pellicce

Armani
Giorgio Armani

Il made in Italy vanta una storica svolta ecologica: Giorgio Armani dice no alle pellicce animali per le sue creazioni di haute couture. Prima di lui altri stilisti come Stella McCartney, Hugo Boss, Tommy Hilfiger, Calvin Klein e catene più commerciali come Zara, American Apparel, Bershka, H&M e ASOS si sono impegnate su questo versante. La scelta è avvenuta in accordo all’Humane Society International e alla Fur Free Alliance, una coalizione di 40 organizzazioni per la protezione degli animali che opera in 28 Paesi del mondo per porre fine al commercio delle pellicce; a partire dalla stagione autunno inverno 2016/2017, da tutte le collezioni del brand Armani ne scomparirà infatti ogni traccia e i nuovi capi saranno al 100 % fur-free. La rinuncia è stata motivata dallo stilista stesso: il progresso tecnologico permette oggi di avere a disposizione delle alternative valide alle pratiche crudeli che da anni si effettuano sugli animali. Tutelare l’ambiente e rivolgere particolare attenzione alle problematiche relative alla salvaguardia del mondo animale saranno per lo storico re della moda italiana le coordinate morali per un passo importante da far compiere alla sua azienda. In linea con i tempi, la volontà di Armani resta quella di riuscire a creare capi eleganti e di classe che possano vestire una donna nuova, contemporanea e non ancorata alle formalità di una moda ormai obsoleta. Questa presa di posizione è davvero significativa non solo per l’alta moda tout court ma soprattutto per la risonanza internazionale dell’immagine dell’Italia: dopo Ferrero infatti, Armani è il secondo brand italiano più conosciuto e rinomato al mondo, e l’importanza di un cambiamento di rotta così rilevante potrebbe riuscire a portare dei benefici a tutto il settore del made in Italy.

 

di Valentina Mannino

 © Riproduzione riservata

Guarda anche

Sobrane, la street artist australiana che dipinge volatili

Siamo andati a respirare profumi d’Australia allo Spazio Mater di Roma – la galleria d’arte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *