Home / Film Reviews / LA GIOVINEZZA

LA GIOVINEZZA

images-1Visto Sorrentino. Premesso che ho amato TUTTI i suoi film, una delle cose migliori è la scoperta di Paul Dano che recita magistralmente anche quando non ha battute (che poi era il giovane protagonista del fantastico Little Miss Sunshine, quello che aveva deciso di non parlare più). Il resto è un po’ didascalico, strano, virtuoso, pretenzioso. Molto estetico, molto curato, molto disegnato, con alcune scene tra i protagonisti veramente indimenticabili, Sorrentino è anche un bravo  scrittore, lucido e disincantato, come nei suoi libri e in tutti i suoi film ci sono alcune frasi memorabili, quelle da tenere in tasca, sempre. Non è il suo film migliore, ma vedere e godersi Paul Dano vale la visione (abbastanza faticosa) del film.

 

Di Sabrina Paravicini

 

 © Riproduzione riservata

Guarda anche

Ibiza 87: la serie TV dell’autore di Trainspotting racconterà la nascita dell’acid house e dei rave party

  Irvine Welsh, ex tossicodipendente dalla testa rasata, sta collaborando – assieme allo sceneggiatore Dean …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *