Home / Flash News / Grande successo per il Cinema Italian Style a LA

Grande successo per il Cinema Italian Style a LA

CISIn un clima bipolare, con giornate calde e sere freddissime, si conclude l’evento cinematografico italiano Cinema Italian Style di Los Angeles. Venerdì è stato trasmesso Il Nome del Figlio di Francesca Archibugi e The Dinner di  Ivano De Matteo, per poi proseguire sabato con L’attesa di Piero Messina, Io e Lei di Maria Sole Tognazzi, Se Dio Vuole di Edoardo Maria Falcone. Domenica sono stati proiettati Latin Lover di Cristina Comencini, Noi e La Giulia di Edoardo Leo e Italian Gangsters di Renato Di Maria. Tra questi spiccano per divertimento e scrittura Il Nome Del Figlio, film girato dentro un appartamento durante una cena, con dialoghi che portano avanti la trama per circa un ora e mezza. Anche Noi e La Giulia di Edoardo Leo è una storia divertente girata interamente dentro un agriturismo con dialoghi per la maggior parte azzeccati.

Enorme successo lo stanno riscontrando i cortometraggi di Roma Creative Contest proiettati prima dell’inizio del film e motivi di risate e applausi univoci da parte del pubblico. Preparano la sala a quello che verrà, setting up the mood come si suol dire negli States, impostando lo humor per il lungometraggio che verrà proiettato successivamente e dando la possibilità a giovani registi di esser visti dal grande pubblico nel grande schermo. Due piedi sinistri, Dear Susie e Il numero di Sharon, mostrano quanto intelligentemente divertenti e sagaci possano essere i cortometraggi e quanto innovativa e avvincente sia l’iniziativa del Roma Creative Contest di riportarli finalmente al cinema.

Lunedì è stato il turno di Mia Madre di Nanni Moretti, con John Turturro, e La Ballata dei Senzatetto, di Monica Manganelli.  Per I corti, è stato trasmesso Zinì e Amì di Pierluca di Pasquale e in chiusura verranno proiettati anche gli altri tra cui Six di Frank Jerky.

di Gabriele Scarfone

© Riproduzione riservata

Guarda anche

Sobrane, la street artist australiana che dipinge volatili

Siamo andati a respirare profumi d’Australia allo Spazio Mater di Roma – la galleria d’arte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *